Irene Veneziano incanta nella prima serata dell’ottobre culturale gravellonese (www.cusio24.it, 5-10-2017)

http://www.cusio24.it/

Irene Veneziano incanta nella prima serata dell’ottobre culturale gravellonese

 

GR

GRAVELLONA TOCE- 05-10-2017-

Si è tenuto domenica 1° ottobre alle ore 21, nella chiesa parrocchiale di San Pietro Apostolo, il concerto inaugurale degli eventi di “Ottobre culturale gravellonese”, con la giovane pianista di fama nazionale e internazionale Irene Veneziano. Debutta nel 2011 al teatro della Scala di Milano, ottenendo subito un gran successo di pubblico e di critica. La pianista svolge la sua attività concertistica come solista e in questa veste si è esibita in varie parti nel mondo. Nella sua pur breve carriera di musicista solista, è già stata premiata con una borsa di studio “Giuseppe Sinopoli”, da pare del presidente della Repubblica e si è distinta come semifinalista al concorso Fryderyk Chopin a Varsavia. Finalista all’”Internazionale German Piano Award” di Francoforte, mentre a livello nazionale ha vinto una trentina di concorsi pianistici. Nominata a Pechino membro onorario del Beijing Bravoce, in Perù invece ha ricevuto il titolo onorifico di “Visitante distinguida” e nel 2017 gli è stato assegnato il premio alla cultura nazionale “Toyp 2017”. Un curriculum per la musicista lombarda, davvero importante vista anche la sua giovane età. Ad accogliere la talentuosa pianista domenica sera nella chiesa parrocchiale oltre al “padrone” di casa, don Franco Bricco, c’erano il primo cittadino Gianni Morandi, l’assessore alla cultura Roberto Birocco con altri componenti della giunta e, soprattutto, tanti gravellonesi. Fin dalle prime note, grazie al fascino, alla eleganza, raffinatezza musicale e poetica, ha subito catturato e ammaliato l’attenzione del pubblico accorso per assistere al concerto. La pianista lombarda ha deliziato il folto pubblico gravellonese, eseguendo alcuni brani dei compositori e musicisti quale: Sergej Vasil’evic Rachmaninov, Franz Chopin, Claude Bebussy, Lino Madoglio, Franz Liszt e A. Dvorak. La serata concertistica era a ingresso ad offerta libera, allo scopo di raccogliere fondi per sostenere l’associazione gravellonese “Buon pastore”, costituito presso la “Fondazione comunitaria del Vco” che, ha contribuito all’acquisto del nuovo scuolabus per il comune di Gravellona Toce. Martedì 3 ottobre, è andato in scena presso la biblioteca civica, il secondo appuntamento della kermesse tocense. La serata era dedicata ai 25 anni della manifestazione culturale, con la presenza di alcuni promotori della kermesse, tra cui Anna Di Titta, Roberto Ripamonti e Eliseo Uberti. Per festeggiare il grande traguardo raggiunto dei 25 anni di ottobre culturale, è stata realizzata una torta, in collaborazione con la scuola pasticceri di Gravellona Toce, dell’associazione “Vco Formazione” ed un rinfresco offerto dal presidio dei Soci Coop.

G.P.C.